MESTICHINO

Il mestichino è simile ad un coltello dalle punte arrotondate.Esso serve essenzialmente per mesticare (mescolare) i vari colori .

Il mestichino è una Spatoletta di acciaio sottile, flessibilissima, infissa in un manico di legno, che serve al decoratore per il maneggio dei colori e anche per stenderli sulla porcellana.

Mediante il mestichino possiamo "raccogliere" i colori in determinati spazi.
Gli spazi interessati sono quelli all'interno della nostra mattonellina-base.

Esso serve inoltre per separare i colori nelle giuste quantità e creare le dosi affinchè si possano realizzare le gradazioni ottimali di colori.Inoltre mediante esso si potranno prendere anche le giuste gocce di trementina per dosare i colori.

Il mestichino inoltre ha diverse misure ed è adoperato in modo tale da
eseguire tutte le operazioni di base per la decorazione del terzo fuoco.

Inoltre esso è costituito da diversi modelli.
Nella Fig N°2 si nota il calssico pennino adoperato durante i nostri corsi.



Ritorna agli
accessori


N.B.
I riferimenti tecnici sopra citati si riferiscono esclusivamente alla tecnica del terzo fuoco,quindi pittura su superficie lucide,smaltate.
Non si potranno pertanto applicare le medesime tecniche qui raffigurate su ceramiche con cotture in secondo fuoco,quindi su biscotti in ceramica ecc...
Sperimentare su altre superficie che non siano lucide,è possibile ma non si potrà più garantire il risultato.
Il discorso ovviamente cambia se una volta acquisita la tecnica si volesse sperimentare tale particolari nozioni anche su altre superficie similari ,quali le resine dure( come i vassoi) oppure il vetro che risulta essere molto idoneo (i colori per vetro si sciolgono in resine )e altre superfici similari come la tela.
Diverso il discorso per i colori ad acqua, in cui non sarà possibile effettuare un chiaro-scuro perfetto propio per l'acquacitità dei colori stessi.

Per ulteriori delucitazioni scrivete a i Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.