La ceramica italiana e le sue influenze

Tratto dal volume

Storia della Ceramica - di Roberto Bosi

- La ceramica italiana e le sue influenze .Le origini: prime manifestazioni nella preistoria

Indietro...
Origine iranica della ceramica dipinta
Probabilmente la vera culla della ceramica dipinta che offre motivi decorati così nuovi, intensi e magistralmente eseguiti fu l'Iran: di qui molte idee si propagarono all'India per la via dell'Indo e alla Mesopotamia.
Età dei metalli Ceramica appenninica
Le culture neolitiche volgono alla fine (secondola vecchia suddivisione tra preistoria e la protostoria) lasciando il posto alle nuove età dei metalli: rame bronzo. In Italia grande impulso prende la pastorizia, soprattutto nelle vallate appenniniche, sostituiendo lentamente l'antica cultura di influenza centro-europea e danubiana con una cultura indigena e originaria, prima vera espressione di idee peninsulari.
La ruota
La maniera più antica di plasmare un vaso è quella di foggiare un blocco di argilla comprimendolo fra le mani, usando soprattutto i pollici e quindipassando ad assottigliare lo spessore del vaso facendone passare le pareti fra il pollice e le altre dita, unite in un movimento a spirale.
Un altro metodo, che è stato comune fino apoco tempo fa, soprattutto presso popolazioni di cultura non idustrializzata , è quello di servirsi di un lungo rotolo di argilla che viene dalla base verso la bocca del vaso, sovrapposto a spirale. La base, che posa su una pietra o su una stuoia, può essere fatta ruotare lentamente con una mano, oppure può restare ferma, nel qual caso il vasaio si serve delle due mani soloper posare le spirali una sull'altra, oppure, se il vaso è grande e alto, è lo stesso vasaio che per sistemare il suo lungo rotolo, si adoperano più pezzi che vengono fattii combaciare.
In Egitto conoscevano la ruota El Bersheh 1880 circa a.C) Mesopotamia. Più ci si allontana dalla valle del Nilo, tanto più tardi è apparsa la ruota.
L'Italia meridionale la conobbe a cavallo del mille, mentre in Europa centrale la sperimentò o lungo i rapportii danubiani nel V secolo a.C. o a seguito della conquista romana.
Stampo
L'uso della formatura a stampo per le produzioni di massa era abbastanza frequente anche nell'antichità e venivano usati a questo scopo stampi di terracotta, abbastanza assorbenti da permettere all'argilla di staccarsi dalla forma nel periodo dii essiccamento.
Avanti...Indietro...
STORIA DELLE MANIFATTURE
Leggi anche la storia della manifattura di Doccia (Richard Ginori)
Storia della ceramica

Le Porcellane Tedesche di Palazzo Pitti a Firenze
Storia della porcellana: Sévres -Meissen-


MARCHE

Vedi anche le marche Doccia antico e Richard Ginori.
Guarda anche le altre marche nella porcellana.
L'Album delle marche più diffuse.
Marche russe