STORIA DELLA MANIFATTURA RICHARD GINORI

-Tratto dal volume "La manifattura Richard Ginori di Firenze"
Edizione del 1988 Arnoldo Mondadori Editore e della Cassa di Risparmio di Firenze
--Leggi anche le Porcellane Tedesche di Palazzo Pitti a Firenze Guarda L'album delle più importanti decorazioni della manifattura di Doccia e poi Richard-Ginori

 Indietro...
Il marchese rimane alla gloria della storia per aver avuto l'abile intuizione imprenditoriale della nascita della manifattura di Doccia.In un terreno appositamente acquistato impianto la fabbrica per lo studio e la fabbricazione della procellana. I suoi interessi oltre che scientifici furono anche economici, in quanto non esisteva conocrrenza in Italia, per cui la produzione sarebbe stata di monopolio assoluto.Il marchese Ginori dopo un viaggio in Austria, ebbe modo di osservare da vicino le porcellane di Du Paquier e di acquisire dei chimici e dei decoratori proveninti dalla manifattura viennese.In seguito si specializzo nella produzione di oggetti quali teiere, zuccheriere, e altri oggetti comuni.Tra i maggiori collaboratori della manifattura spiccano le personalità quali Giovanni Gori, specialista delle fornaci e della tecnica dell'invetritaura, l'abilissimo tornitore Jacopo Fanciullacci, di provenienza locale, che come vedremo in seguito avrà un ruolo fondamentale nella gestione della ditta.Karl Anreiter introdusse schemi internazionali di maggiore successo.Il figlioAnton della cui opera in questa fabbrica rimangono due fruttiere:una conservata al museo delle porcellane di Sesto Fiorentino e un altra nella raccolta Ginori Lisci di Firenze.Inoltre tramite la sua influenza compare a Doccia in quegli anni il bassorilievo istoriato ,un gnere ornamentale alquanto singolare.Si diede inizio alla creazione di placchette cinquecenteschi.
Nel 1746 all'interno della fabbrica erano all'attivo ben dodici pittori di porcellane.
TabacchiereNascono le pregiatissime tabacchiere furono opera di giuseppe Romei.La richiesta di quest'oggetto era molto elevata data l'uso di fiutare il tabacco diffusasi nella prima metà del Settecento.La loro diffusione inoltre era molto curata dallo stesso marchese Ginori, che dovette aprire un nuovo reparto, il laboratorio degli argenti, per la realizzazione in particolar modo delle cerniere in argento.Plastici.Dopo il periodo delle tabacchiere si passò a quello dei plastici fra cui "le quattro stagioni""le maschere della Commedia dell'arte".Per motivi commerciali furono abbandonati i grandi plastici, preferendo i motivi mitologici. Nella manifattura Ginori tali plastiche erano denominati "caramogi" per indicare una persona sciocca o deforme.Il primo periodo della manifattura Ginori risultò essere particolarmente fiorente, grazie alle scelte oculate e abili del marchese Ginori.
Avanti..
  Indietro...

STORIA DELLE MANIFATTURE
Leggi anche la storia della manifattura di Doccia (Richard Ginori)
Storia della ceramica
Le Porcellane Tedesche di Palazzo Pitti a Firenze Storia della porcellana: Sévres -Meissen-MARCHE Vedi anche le marche Doccia antico e Richard Ginori.
Guarda anche le altre marche nella porcellana. L'Album delle marche più diffuse.Marche russe
Per una valutazione sulle porcellane è preferibile fare una donazione all'associazione - di un minimo di euro 10, pari alla quota della tessera. Donazione presso le Poste Italiane. Modalità: o recandosi di persona o on line. Il numero PostePay 4023 6005 5758 8151
Si potrà dare poi conferma dell'avvenuta ricarica telefonando al numero 055 7096908 o al 3292019629 o invinado un email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.