STORIA DELLA MANIFATTURA RICHARD GINORI


-Tratto dal volume "La manifattura Richard Ginori di Firenze"
Edizione del 1988 Arnoldo Mondadori Editore e della Cassa di Risparmio di Firenze
--Leggi anche le Porcellane Tedesche di Palazzo Pitti a Firenze Guarda L'album delle più importanti decorazioni della manifattura di Doccia e poi Richard-Ginori
Indietro...
L'Epoca del museo "relegato" lascia oggi spazio al museo "vivo" e per tutti.
Nel 1893 la fabbrica contava 1300 operai di cui il 75% erano uomini e il restante 25% donne.Vi erano undici fornaci attive, cinque fornaci da maiolica, e ventiquattro "mufole" sfornavano alternativamente un ottimo prodotto ceramico immettendo nel mercato circa tre milioni e mezazo di pezzi, compresi quelli artistici e decorati.Sorprendente, fra i pezzi settecenteschi, è il numero dei recipienti di vetro, con base e coperchio in maiolica dipinta in turchino, chemostrano tutta la gamma dei colori per terzo fuoco.Le terre sperimentate dal Marchese Ginori erano collocate in appositi palchetti in legno e conservati nellaparte più vecchia della fabbrica.All'interno del museo sono visibili inoltre una raccolta di opere del Settecento, equamente datata tra la prima e la seconda metà del secolo, conta pezzi di alto livello amatoriale.ogni opera si fregia di raffinateincisioni e di forti, eleganti, caratteri di stampa.Successivamente la biblioteca si amplia di nuovo materiale di stampa.
All'interno del museo si trova una raccolta di carte del XIX secolo.Sono conti economici,deliberazioni dei proprietari,corrispondenza dei Marchesi Ginori,risultanze verso le varie "cotte" alle fornaci di maiolica e di porcellana,corrispondenze varie con l'estero,ecc...Le maestranze della fabbrica e gli alievi della scuola fanno capo al museo per lo studio critico della produzione, per la ricerca pittorica, per l'informazione tecnologica, e per lo studio dal vivo delle forme, delle decorazioni e degli studi esistenti nell'archivio artistico.PRIMO PERIODO.CARLO GINORI 1737-1757
La manifattura di Doccia nasce per opera dle marchese Carlo Ginori.Essa si colloca al terzo posto subito dopo quelle europee sassone di Meissen e viennense del Du Paquier.
Uomo dotato di una natura viva, curiosa,mente moderna attento al senso illuminato del progresso che già da tempo si andava affermando in Europa.L o vediamoo dunque, dopo attente ricerche, impegnato in una serie di ragguardevoli iniziative,come ad esempio l'avviamento delle pesca del corallo in Toscana e la fondazione a Cecina, nei pressi di Livorno, tra il 1735 e il 1740, di una comunità agricola, comerciale e manifatturiera,nella quale venivano proposti interessanti prevvedimenti sociali, come la costruzione delle abitazioni per i dipendenti.
Avanti...
Indietro...

STORIA DELLE MANIFATTURE
Leggi anche la storia della manifattura di Doccia (Richard Ginori)
Storia della ceramica
Le Porcellane Tedesche di Palazzo Pitti a Firenze Storia della porcellana: Sévres -Meissen-MARCHE Vedi anche le marche Doccia antico e Richard Ginori.
Guarda anche le altre marche nella porcellana. L'Album delle marche più diffuse.Marche russe
Per una valutazione sulle porcellane è preferibile fare una donazione all'associazione - di un minimo di euro 10, pari alla quota della tessera. Donazione presso le Poste Italiane. Modalità: o recandosi di persona o on line. Il numero PostePay 4023 6005 5758 8151
Si potrà dare poi conferma dell'avvenuta ricarica telefonando al numero 055 7096908 o al 3292019629 o invinado un email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.